top of page

LOFAR, LA RETE DI RADIOTELESCOPI ALLE BASSE FREQUENZE DIVENTA UN CONSORZIO PER UNA INFRASTRUTTURA EUROPEA DI RICERCA

Mur: "L'infrastruttura di ricerca di LOFAR, composta da 70mila antenne distribuite su ben dieci Paesi europei a cui anche l’Italia partecipa con il coordinamento dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, forma il telescopio a bassa frequenza più potente del pianeta, ed è il più grande precursore del futuro radiotelescopio SKA alle basse frequenze"



Il radiotelescopio europeo LOFAR (LOw Frequency Array) acquisisce la nuova configurazione di European Research Infrastructure Consortium (ERIC). Questa entità legale pensata per ottimizzare la gestione dell’infrastruttura e consolidare la leadership mondiale dell'Europa nel campo è stata istituita con...


1 visualizzazione0 commenti

Comments


bottom of page