AL SUD IL RISCHIO DI UNA MANCATA ATTUAZIONE DEL PNRR È MOLTO ALTO

A dichiararlo la ministra per il Sud e la Coesione, Mara Carfagna


Mara Carfagna, ministra per il Sud e la Coesione, ha commentato le anticipazioni del rapporto Svimez, dichiarando: “Le anticipazioni del rapporto Svimez confermano che il rischio di una mancata attuazione del PNRR è altissimo soprattutto al Sud, dove alle conseguenze della crisi nazionale si aggiungono le difficoltà storiche degli enti locali. Sarebbe davvero una beffa se, dopo aver ottenuto il 40 per cento delle opere previste dal Piano, lavorato per 18 mesi alla loro ripartizione, ai bandi, al controllo del rispetto della quota, questo enorme sforzo di ricucitura e ripresa andasse disperso per l’irresponsabile crisi aperta da M5S, Lega e purtroppo anche da FI. Fanno impressione soprattutto i dati sulla scuola dove tempo pieno e palestre restano un lusso per pochissimi mentre nel resto d’Italia sono un preciso diritto. Con il governo Draghi avevamo assicurato al sistema scolastico del Sud oltre due miliardi e mezzo per recuperare questo intollerabile divario e utilizzare bene l’occasione irripetibile del PNRR: intendo battermi perché non un euro sia disperso o sprecato, e anche per questo spero nel successo di Azione. Più peso avremo in Parlamento, meglio si potrà riprendere la strada interrotta”.


Inoltre è stato riportato che ad alcuni comuni della Sicilia, come ad esempio Catania, è stata bocciata la possibilità di fare progetti per la costruzione di asili nido e di mense per l’ implemento del tempo pieno, questo dovuto ad un’ incompletezza di documentazione e di dati, dunque ad un’incapacità di formulazione.


di ISABELLA CASTAGNA

0 visualizzazioni0 commenti