AMBIENTI INNOVATIVI E LABORATORI INTERCONNESSI ALLE IMPRESE

Il PNRR è un’ occasione per pensare al sistema scolastico come un ecosistema capace di rinnovare la didattica


All’ Italia è pervenuta la seconda rata per il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza pari a 21 miliardi di euro.


Nello specifico, il Piano prevede la trasformazione di 100mila classi della scuola primaria e secondaria in ambienti innovativi, connessi con tecnologie digitali e virtuali, prevede inoltre la realizzazione di laboratori per le nuove professioni digitali nelle scuole del secondo ciclo di istruzione, i laboratori sono interconnessi alle imprese, in modo da creare nuovi posti di lavoro nel settore delle nuove professioni digitali.


Il PNRR Scuola 4.0 rappresenta per le scuole un’ occasione per pensare al sistema scolastico come un ecosistema capace di rinnovare il proprio modo di “ fare didattica” e la propria organizzazione curricolare ed extracurricolare, tanto da diventare un intellettuale sociale in grado di animare la comunità educativa del territorio.


Dunque, in questo modo, il digitale è il punto di partenza per arrivare a rinnovare approcci didattici, processi organizzativi e modalità di interazione con il territorio.


di ISABELLA CASTAGNA

0 visualizzazioni0 commenti