COME SI SVOLGERANNO GLI ESAMI DI STATO PER GLI ALUNNI CON DISABILITÀ?

Le prove scritte saranno predisposte in relazione al PEI


Gli esami di Stato del I ciclo per i candidati con disabilità saranno svolti con modalità differenti, secondo quanto stabilito dall’art. 14 del Decreto Ministeriale 741 del 2017.

Le commissioni predisporranno delle prove differenti in relazione al Piano Educativo Individualizzato, per valutare i progressi del candidato in rapporto ai livelli di apprendimento iniziali.

Le prove scritte saranno predisposte in relazione al Piano didattico personalizzato e potranno essere consentiti tempi più lunghi per lo svolgimento delle prove e l'utilizzo di strumenti compensativi, se previsti nel PEI. Inoltre, gli alunni con disabilità potranno usufruire di attrezzature tecniche e sussidi didattici o di altri ausili tecnici o professionali, che sono utilizzati abitualmente durante l’ anno scolastico.

Per gli alunni BES, invece, non sono previste misure dispensative nello svolgimento degli esami, ma potranno utilizzare strumenti compensativi.

La sottocommissione per valutare le prove scritte adotta criteri di valutazione che tengono conto delle competenze acquisite in base al PEI e al PDP.

Ai candidati disabili, che non si presentano all’ esame di stato, verrà rilasciato un attestato di credito formativo, che sarà utile per l’ iscrizione alla scuola secondaria di secondo grado.

di ISABELLA CASTAGNA


0 visualizzazioni0 commenti