COVID E SCUOLA: DIDATTICA A DISTANZA SOLO PER STUDENTI SINTOMATICI

LA NUOVA PROPOSTA DEI PRESIDENTI DI REGIONE


Resta al centro dell’occhio del ciclone la questione sulla semplificazione delle regole per la gestione dei casi Covid all'interno degli istituti scolastici.

Numerose sono le proposte di modifica che arrivano da parte dei presidenti di regione tra le ultime, la didattica a distanza solo per gli studenti sintomatici.

“Guardare al futuro e procedere rapidamente verso una normalizzazione della situazione che consenta una ripresa più ordinata e il rilancio del nostro Paese. Questi gli obiettivi che ci siamo posti oggi e che sono la base di una posizione che i Presidenti delle Regioni hanno condiviso in modo unanime”, spiega Massimiliano Fedriga, Presidente della Conferenza delle Regioni, a seguito di una riunione con i presidenti di Regione.

Come precisano i presidenti di Regione, è indispensabile semplificare le norme che regolano la sorveglianza all’interno delle scuole: “sotto questo profilo per non interrompere continuamente l’attività didattica in presenza è opportuno tenere in isolamento solo gli studenti positivi sintomatici. Infine occorrerà rivedere la classificazione dei ricoveri Covid evitando di includere i pazienti positivi ricoverati per altre patologie”.

Si resta comunque in attesa dell’ufficializzazione che potrebbe avvenire nei prossimi giorni a seguito della riunione del tavolo tra i tecnici del Ministero della Salute, i rappresentanti delle Regioni e il Comitato Tecnico Scientifico.

Attualmente, le regole sulla gestione dei casi Covid all’interno della scuola restano le seguenti:


SCUOLA DELL’INFANZIA


Con un solo caso positivo all’interno di una classe o di una specifica sezione, le attività didattiche sono sospese e i bimbi sono in quarantena per 10 giorni.



SCUOLA PRIMARIA


Con un solo caso positivo all'interno di una classe scatta l’auto sorveglianza con T0 e T5.


Con 2 o più casi positivi l’intera classe va in quarantena per 10 giorni e le lezioni si svolgeranno in DAD.



SCUOLA MEDIA E SUPERIORE


Con un solo caso positivo all’interno di una classe scatta l’autosorveglianza con lezioni in presenza ma utilizzo della mascherina FFP2.


Con 2 positivi in classe ci sono regole diversificate a seconda dello stato vaccinale dei ragazzi:


i non vaccinati, chi non ha la dose booster, chi ha completato il ciclo vaccinale da più di 120 giorni e tutti quelli che sono guariti dal Covid da più di 120 giorni seguiranno le lezioni in Dad;


tutti gli altri studenti potranno continuare le lezioni in presenza con l’utilizzo di mascherine FFP2.


Con 3 posti in classe, tutta la classe è in quarantena per 10 giorni e i ragazzi seguiranno le lezioni in Dad.

di VALENTINA ZIN

0 visualizzazioni0 commenti