top of page

DOCENTI IN RUOLO E SUPPLENZE: SI PUÒ RIMANDARE LA PRESA DI SERVIZIO?

Per quali motivi è possibile farlo?

Il termine ultimo per la presentazione delle domande per l’attribuzione delle supplenze al 30/06 e 31/08 da GPS, ma anche per gli incarichi da GPS I fascia sostegno è stato il 16 agosto scorso.


La procedura


  1. Gli aspiranti presentano la domanda secondo la modalità telematica sul portale di Istanze OnLine indicando le sedi di preferenza;

  2. gli Uffici Scolastici indicano il numero di posti disponibili per le singole istituzioni scolastiche, suddivise per: tipologia di posto e classe di concorso;

  3. gli uffici Scolastici si occupano di verificare le domande presentate dagli aspiranti e successivamente assegnano i singoli aspiranti alle singole istituzioni scolastici. Le nomine per le supplenze al 31/08 e 30/06 tengono conto delle preferenze espresse dal candidato nel momento della presentazione dell'istanza, ma in che modo? In caso di preferenze sintetiche l'ordine di preferenza delle singole istituzioni scolastiche dei singoli comuni o distretti viene effettuato in base all’ordinamento alfanumerico crescente del codice meccanografico. Bisogna ricordare però che hanno la precedenza i docenti con riserva dei posti per la legge 68/99; quelli che usufruiscono della legge 104/92a articoli 21, 33, comma 6, e 33, commi 5 e 7.


Presa di servizio

La data di presa di servizio è il 1° settembre, ma nel caso in cui l’assegnazione della supplenza dovesse avvenire dopo questa data la data di presa di servizio sarà indicata nella mail inviata dall'Ufficio Scolastico all’interessato.


Ma è possibile rimandare la presa di servizio? E per quali motivi?

La circolare sulle supplenze per l’anno scolastico 2022/2023 indica che il differimento della presa di servizio è possibile per i seguenti motivi:

  • maternità;

  • interdizione per gravi complicanze della gestazione;

  • malattia;

  • infortunio.


Aspetti economici

L’aspirante che differisce la presa di servizio inizierà a percepire la retribuzione solamente quando prenderà servizio.

Il DPR n. 3/1957, all’articolo 9 dispone che:

“La nomina dell’impiegato che per giustificato motivo assume servizio con ritardo sul termine prefissogli decorre, agli effetti economici, dal giorno in cui prende servizio . Colui che ha conseguito la nomina, se non assume servizio senza giustificato motivo entro il termine stabilito, decade dalla nomina”.


di VALENTINA ZIN


1 visualizzazione0 commenti

Comments


bottom of page