top of page

IL MINISTRO RISPONDE: L’IMPORTANZA DELL’EDUCAZIONE STRADALE A SCUOLA

Dall’inizio dell’anno ci sono stati 200 morti in incidenti stradali e molti sono studenti, il secondo appuntamento


Il secondo appuntamento con la video rubrica web con il Ministro Valditara e Maria Latella sui principali temi legati al mondo della scuola.


In questa puntata, l’importanza dell’educazione stradale e la realizzazione di corsi per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado.


Dall’inizio dell’anno ci sono stati 200 morti in incidenti stradali e molti sono studenti, è arrivato il momento che il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti insieme il Ministero degli Interni mettano fine a questa strage.


Le proposte per la sicurezza stradale: avviare dei percorsi di educazione stradale che diano dei crediti agli studenti ai fini del conseguimento delle varie patenti.


Dove saranno tenuti questi corsi? Si terranno nelle scuole e saranno tenuti da docenti formati ma anche da personale esperto. Si intende lanciare anche una giornata nazionale, portando dei testimoni illustri insieme alle esperienze più drammatiche, tutto questo per farsi che i giovani si rendano conto del rischio che comporta una guida distratta.


Tra le altre cose, si è pensato di diffondere un questionario tra le scuole per verificare il grado di conoscenza dei giovani in merito alle regole della circolazione stradale e anche affinché i giovani si rendano conto delle conseguenze devastanti alle quali si può incorrere (ad esempio omicidio stradale).


I nuovi progetti: si sta pensando al cosiddetto alcolock, quel meccanismo di blocco dell’auto quando il tasso alcolemico è significativamente elevato.


I tempi di intervento: il Ministro Valditara ha dichiarato che le tempistiche saranno molto rapide, già a partire dal prossimo anno scolastico.


Il contributo dei docenti: “i docenti saranno una parte fondamentale, la loro collaborazione sarà decisiva. Noi facciamo affidamento sul loro entusiasmo e sulla loro capacità di sentire che stanno facendo una cosa veramente significativa, è importante per i nostri ragazzi.”


di VALENTINA ZIN

1 visualizzazione0 commenti

コメント


bottom of page