top of page

NEWS SCUOLA: POSSIBILE PROROGA AGGIORNAMENTO GPS 2022?


È recentemente scaduta la procedura di presentazione delle domande di aggiornamento/inserimento per le graduatorie provinciali per le supplenze per il biennio 2022 - 2024.


Nonostante le difficoltà nella compilazione delle domande, e considerando che molti non sono riusciti a presentare la domanda, ad oggi non c’è nulla di certo in merito ad una possibile proroga: di circa 700mila docenti precari una piccola parte di loro, in base a quanto riferito dalle sedi territoriali del sindacato, non avrebbe ancora sciolto gli ultimi dubbi sulla corretta compilazione dei “campi” della domanda e dei titoli da dichiarare; altri, hanno inviato l’istanza ma con consapevoli di doverne modificarne una parte all’ultimo momento.


Per diverse migliaia di interessati al rinnovo delle graduatorie – utile ai fini dell’assegnazione delle supplenze, anche tramite graduatorie d’istituto e per gli specializzati su sostegno anche per le immissioni in ruolo - a farlo sarà il giudice: spetterà infatti ai tribunali interpellati, nei prossimi giorni, decidere se hanno ragione i legali Anief a contestare la parte dell’Ordinanza pubblicata l’11 maggio scorso considerata deficitaria laddove esclude diverse categorie di candidati. A partire da coloro che conseguiranno dopo il 31 maggio ed entro la fine di luglio la laurea o il diploma utile per diventare insegnante tecnico pratico. Tra i potenziali docenti precari discriminati risultano anche tutti coloro che hanno conseguito o stanno prendendo il titolo all’estero e sono in attesa del riconoscimento ministeriale.


Marcello Pacifico negli scorsi giorni aveva infatti consigliato “di presentare comunque domanda di aggiornamento delle Gps, seguendo le indicazioni del sindacato: l’obiettivo e arrivare a far sottoscrivere il contratto di supplenza a tutti i prossimi laureati e tutti quelli che si diplomeranno tra giugno e luglio prossimi e che entro il 2024 hanno la possibilità di essere collocati nelle Gps: successivamente, infatti, dovranno conseguire anche la laurea se vorranno produrre istanza per le supplenze nella scuola come insegnanti. I ricorsi sono stati avviati anche per coloro che conseguiranno la specializzazione su sostegno entro il mese di luglio, per gli abilitati e specializzati all’estero in attesa di riconoscimento del titolo, per chi ha svolto il servizio militare e pure per il mancato inserimento in seconda fascia di chi fa parte della classe di concorso A-55 ma non ha svolto servizio licei musicali”.


Intanto i sindacati hanno già avviato le procedure di ricorso in difesa degli esclusi in modo illegittimo.




di VALENTINA ZIN


1 visualizzazione0 commenti

Comments


bottom of page