top of page

SCUOLA: SCELTA DELLE PREFERENZE PER LE SUPPLENZE 2022-2023


SCELTA DELLE PREFERENZE


L’aspirante che compila l’istanza Informatizzazione Nomine supplenze ha la possibilità di esprimere le preferenze all’interno delle specifiche sezioni:


▪ Espressione preferenze supplenze annuali finalizzate alla nomina in ruolo attiva solo per gli aspiranti in possesso dei requisiti di cui al D.M. 21 luglio 2022 n. 188;

▪ Espressione preferenze supplenze annuali / fino al termine delle attività didattiche attiva per tutti gli aspiranti presenti nelle GAE ai fini delle supplenze e nelle GPS.


ESPRESSIONE PREFERENZE PER SUPPLENZE ANNUALI FINALIZZATE ALLA NOMINA IN RUOLO


Nella scelta delle preferenze l’aspirante può manifestare il proprio gradimento selezionando l’INSEGNAMENTO e la SEDE (scuola/comune/distretto)nell’ordine di maggiore interesse. Può ordinare le righe delle preferenze, che includono insegnamento e sede, utilizzando le frecce presenti nell’ultima colonna.


SCELTA INSEGNAMENTO


L’aspirante presente su più graduatorie può scegliere l’insegnamento di interesse e, per esso, indicare le preferenze territoriali di proprio gradimento, specificando l'ordine.


Nel caso l’aspirante fosse incluso su più insegnamenti e volesse esprimere priorità rispetto ad uno di essi, deve indicare prioritariamente tutte le preferenze di interesse per l’insegnamento maggiormente desiderato e poi procedere con le preferenze per gli altri insegnamenti.


SCELTA SEDE


Nel caso l’aspirante fosse incluso su più insegnamenti e volesse esprimere maggiore gradimento per una sede, può indicare prioritariamente la sede di interesse, per tutti gli insegnamenti su cui è incluso.


L’aspirante può esprimere sia preferenze puntuali (singole scuole) sia sintetiche (comuni, distretti).


Preferenze puntuali


Nel caso in cui l’aspirante abbia interesse a essere nominato su una o più scuole è necessario che esprima nelle prime posizioni tali scuole in ordine di gradimento. Se scegliesse, infatti, nelle prime posizioni il comune o il distretto in cui tali scuole sono presenti, potrebbe essere nominato sulla prima scuola libera di quel comune/distretto e tale scuola potrebbe non essere quella desiderata.


Preferenze sintetiche


Nel caso in cui l’aspirante voglia inserire come preferenza sintetica un distretto intercomunale, preferendo un certo comune presente in quel distretto, è necessario seguire questo ordine:


▪ Comune


▪ Distretto


Nel caso invece di comuni con più distretti (ad esempio le città metropolitane), l’ordine delle preferenze deve essere:


▪ Distretto


▪ Comune


Si precisa che scegliendo un distretto saranno incluse tutte le scuole del distretto, anche le sedi isolane se presenti.


Tipologie di posto


Una volta scelto l’insegnamento e la preferenza territoriale (puntuale o sintetica), l’aspirante, solo in alcuni casi, e in relazione ai titoli posseduti, può indicare anche le tipologie di posto e l’ordine con cui vanno analizzate.


Le frecce presenti nella schermata dell’istanza aiutano l’aspirante a dare l’ordine desiderato.


La procedura automatica analizza la preferenza territoriale cercando la disponibilità sulle varie tipologie di posto, in base all’ordine con cui l’aspirante le ha indicate.


Se l’aspirante, per esempio, ha indicato, su un determinato comune, prima il tipo posto CH (sostegno della vista) e poi il tipo posto DH (sostegno dell’udito), la procedura automatica esamina prioritariamente tutte le scuole di quel comune che hanno posti su CH e solo successivamente quelle con posti su DH.


Nel caso di preferenze sintetiche (comune e distretto) l’aspirante può scegliere anche il tipo di scuola (ospedaliera, carceraria, serale, adulti) e la procedura cIrca un eventuale posto disponibile anche per questi tipi di scuola. Nel caso l’aspirante non selezionasse nessuna di queste tipologie, la procedura non valuterà la nomina su questi tipi scuola.

Espressione preferenze supplenze annuali / fino altermine delle attività didattiche


Tutti gli aspiranti possono partecipare per le supplenze annuali fino al termine delle attività didattiche e su spezzone, indicando le preferenze.


Anche per questa sezione dell’istanza vale quanto detto precedentemente sulla scelta dell’insegnamento e della sede.


L’aspirante, in questo caso, può indicare anche l’ordine di gradimento tra le supplenze annuali, fino al termine delle attività didattiche e su spezzone (orario, stesso insegnamento, insegnamento diverso).


È importante considerare che per ciascuna preferenza espressa il sistema adotterà il seguente ordine di scorrimento:


▪ Tipo di contratto (ANNUALE, FINO AL TERMINE, SPEZZONE) in base alla selezione fatta dall’utente e all’ordinamento scelto;


▪ Tipo di cattedra (INTERNA, Cattedra Orario Esterna STESSO COMUNE, Cattedra Orario Esterna DIFFERENTE COMUNE), in base alla selezione fatta dall’utente con ordinamento fisso: prima cattedra interna, poi COE stesso comune infine COE comune differente;


▪ Tipo di posto, in base alla selezione fatta dall’utente e all’ordinamento scelto;


▪ Numero ore spezzone decrescente (per la tipologia contratto SPEZZONE) (range min max impostato dall’utente) dallo spezzone con maggior numero di ore a quello con il minor numero di ore;


▪ Codice meccanografico utente scuola (in base alle tipologie selezionate dall’utente oltre quella “normale”, ospedaliera, carceraria, serale, adulti).



di CLAUDIO CASTAGNA


2 visualizzazioni0 commenti

Комментарии


bottom of page