top of page

SCUOLA: VINCITORI BANDO "SCRIVERE IL TEATRO" A.S. 2021-2022


In riferimento al concorso per le scuole “Scrivere il teatro”, pubblicato con nota prot. n. 260 del 01/02/2021 e prorogato fino al 12/04/2022 con nota prot. n. 548 del 25/03/2022, si comunica che la commissione, istituita ai sensi dell’articolo 5 del bando in oggetto, ha selezionato come opera vincitrice assoluta: Arca Ameriga a cura dell’IISS “A. Vespucci” di Gallipoli (LE) con la seguente motivazione: lodevole l’approccio alla scrittura teatrale da parte di una realtà studentesca che rappresenta la crisi umana del nostro tempo attraverso la rilettura del Diluvio Universale. L’impianto drammaturgico è costruito con i colori dell’ironia e dell’arguzia propri della commedia e sviluppa temi cari alla nostra epoca, denunciando ad esempio la logica di selezione e di esclusione che governa l’accesso all’Arca. Su tutto alla fine poi domina la marcia finale illusoria e goffa verso un “altrove” che in realtà non esiste e di cui comunque non si sa nulla.


La Commissione ha poi segnalato le tre seguenti opere:

  • Per la Scuola Primaria: Becky Round Trip a cura dell’IC Foligno 5 di Foligno (PG) con la seguente motivazione: un brillante testo-gioco per suscitare la conoscenza attraverso il divertimento della rappresentazione teatrale, come nella migliore tradizione dei testi per i più piccoli. Il testo è ambientato in un bosco reale vicino alla scuola: in un mondo multicolore di pennuti, ognuno col suo nomignolo e il suo caratterino, tutti i personaggi in scena diventano stimoli per i bimbi per imparare dialogare e cantare e per divertirsi a fare teatro con le loro maestre.

  • Per la Scuola Secondaria di I grado: Diritti al disagio - E un giorno la guerra è finita a cura dell’IC “A. Zanzotto” di Caneva (PN) con la seguente motivazione: con un testo breve e leggero gli studenti rappresentano la tragicità della guerra in corso in Ucraina raccontando l’esperienza dell’accoglienza in classe di due ragazze fuggite dal loro paese natale. Attraverso il racconto dei vari tentativi per garantire la migliore accoglienza possibile, il testo si chiude con la speranza della fine della guerra, il ritorno a casa delle due ragazze ospiti e la visita della classe ad una Ucraina in pace.

  • Per la Scuola secondaria di II grado: (S)Oggetti Smarriti a cura del Liceo Classico - Educandato Statale “Agli Angeli” di Verona con la seguente motivazione: un agile testo che tratta efficacemente un tema attuale quale quello della inclusività. Il testo racconta di oggetti smarriti dai ragazzi della scuola che si “ritrovano” in una scatola in attesa di venire richiesti dal legittimo proprietario. Gli oggetti parlano tra loro e il testo li porta a raccontare come, ai loro semplici occhi di oggetti smarriti, le discriminazioni verso i ragazzi “fuori norma” perché differenti per pensiero, cultura, etnia eccetera, siano incomprensibili. Si tratta di un tema importante che si spera presto diventi incomprensibile anche nel mondo reale.


La Commissione segnala infine una menzione speciale per l’opera Libero ma senza scelta a cura del Liceo “G.B. Bodoni” di Saluzzo (CN) con la seguente motivazione: un’opera dalla trama complessa, storicamente collocata che rende attuali sentimenti e dinamiche di molti dei personaggi rappresentati. Il testo affronta il turbamento dei giovani protagonisti nel passaggio dall’adolescenza all’età adulta di fronte alla ineludibile scelta tra una felicità “spensierata” ed una lotta ed un impegno attivo per il conseguimento della “libertà” senza compromessi mentre sullo sfondo una terribile guerra lacera la nazione.


di VALENTINA ZIN


1 visualizzazione0 commenti

Comments


bottom of page